Home Page   Home Page
PROTAGONISTI
 

Angelo Pagotto

Un giocatore che nei suoi trascorsi a Trieste, e' stato in parte criticato e in parte osannato per i suoi interventi e per il ruolo decisivo che ricopre e' il portiere Angelo Pagotto.

Angelo Pagotto e' nato a Verbania il 21-11-1973 ed ha militato dall' ottobre 2001 a giugno 2003 nella Triestina. E' cresciuto nelle giovanili del Napoli facendo nella stagione 93/94 il terzo portiere in A della squadra allenata allora da Marcello Lippi. Nella stagione seguente approda alla Pistoiese in C1 facendo il primo portiere disputando tutte le partite. La Stagione 95/96 torna in A con la maglia della Samp partendo da secondo ma diventando presto il primo davanti ad un certo Walter Zenga.


Pagotto con la maglia dellaSampdoria
Fonte Figurina Panini

Infatti nel 1996 e' il portiere titolare dell'under 21 di Cesare Maldini che vince il 3 titolo europeo consecutivo battendo la Spagna. La finale e' una partita storica in cui l'Italia sebben in 9 arriva ai calci di rigore dove Angelo e' il vero protagonista parando 2 rigori agli spagnoli. I Giocatori di cui ha parato i rigori erano nientemeno che Raul ( Real madrid) e De La Pena ( allora Barcellona).


Pagotto nell'under 21
fonte calciatori.com

Nel 96/ 97 approda al Milan allenato prima da Tabarez e poi da Sacchi disputa 9 partite pero' non fu molto fortunato perche'quella fu la stagione peggiore   del Milan degli ultimi 15 anni.

Pagotto "milanista"

Nella stagione successiva prima va all'Empoli poi al Perugia dove disputa 30 partite di cui anche lo spareggio promozione con il Torino vinto ai rigori. Nel 98/99 incomincia col Perugia poi viene ceduto in B alla Reggiana le seguenti stagioni torna al Perugia ma non gioca mai e nel 2000 viene trovato positivo al doping per cocaina .

Pagotto difende la porta del Perugia fonte calciatori.com

Squalificato per 24 mesi, il Perugia decide di rescindere il contratto intanto si allena in questi lunghi mesi con Luciano Bartolini ex portiere alabardato. Poi nel settembre 2001 la pena viene ridotta e trova finalmente una squadra: la Triestina.

Nel campionato 01/02 grazie anche alle sue parate in molte partite la Triestina riesce ad andare in B attraverso i Play Off. Da ricordare le parate contro il Treviso sia all'andata che al ritorno, con Lo Spezia ai Play Off i nel campionato di B 02/03 dopo un buon girone di andata, da ricordare le molte parate contro il Messina, il Siena nel big match del 6 Gennaio e contro il Genoa all'andata. Nel girone di ritorno causa qualche errore e un calo dell'intera squadra viene messo da parte per far posto a Pinzan che gli aveva lasciato il posto al suo arrivo in C1.  In tutto colleziona 26 gare e nonostante qualche errore lascia  un buon ricordo tra i tifosi.

Dopo aver aspettato alcune offerte da squadre di A e di B approda ad Arezzo in C1 dove rincontra alcuni ex alabardati come Scotti, Venturelli , Teodorani ed Abbruscato e il DG Fioretti nell'Arezzo allenato da Mario Somma si riscatta e assieme ai suoi compagni conquista la promozione in B arrivando primo con molte gare d'anticipo. Per la squadra toscana e' il ritorno nella serie cadetta dopo  16 anni dall'ultima stagione 1987/1988.

Nella stagione 2004/2005 e' ancora il portiere dell'Arezzo in B, guidato in panchina dal tecnico Marino. La pattuglia di ex alabardati si allarga con gli arrivi in maglia amaranto di Ramon, Bacis,  Boscolo e Gentile.  Conclusa la stagione in terra toscana con una salvezza sofferta e ben 41 presenze, Pagotto in Agosto passa nel nuovo Torino di Urbano Cairo sempre in serie B.

 

Home  indietro

 

NOTA SUI DIRITTI D'AUTORE: Dove non espressamente indicato, le foto e gli schemi sono dell'autore. Se qualcuno desiderasse riprodurli pu˛ farlo soltanto se per uso strettamente personale. Per una loro copia, diffusione, pubblicazione elettronica o cartacea, Ŕ richiesto il consenso dell'autore.

 

 

Inviate i vostri suggerimenti, commenti e foto di gare della Triestina alle mail 
UNIONE02@VIRGILIO.IT o WEBMASTER@UNIONETRIESTINA.IT
Specificando il vostro nome e verrano pubblicate. Vi aspettiamo numerosi. GRAZIE!!!