Home Page   Home Page
Giocatore del mese
 

Giocatore del mese di Gennaio:

Denis Godeas

E' lui, il capitano, a tenere a galla l'Unione in questo periodo. Arrivato lo scorso anno, fuori forma, per calmare i mugugni della piazza dopo la remunerativa cessione di Bacis alla Fiorentina, Denis Godeas Ŕ da mesi l'uomo simbolo della nostra squadra.

Amatissimo da subito da gran parte della tifoseria, aveva raccolto qualche contestazione all'inizio dello scorso campionato, in cui sembrava svogliato, disinteressato, poco motivato a vestire la casacca dell'Unione. Sembrava addirittura un acquisto negativo sotto ogni punto di vista.
La Triestina veniva da un campionato affrontato con un 4-3-3 che aveva dato gioie ai tifosi e titoli sui giornali almeno per i primi cinque mesi di campionato (il "SALUTATE LA CAPOLISTA" al termine della partita col Siena il giorno della Befana 2003 resterÓ storico).
La squadra orfana di Ezio Rossi sembrava essere destinata a seguirne il credo tattico, con la riconferma di Ba¨ e Ciullo per le fasce e la scommessa Moscardelli al centro. L'arrivo di Godeas ha messo sotto sopra tutte le idee iniziali, "costringendo" il coach a rivedere il modulo per dare spazio all'ariete.

Fonte: fotooktrieste.com

Nei primi mesi, infatti, si Ŕ visto un improponibile 4-2-4 che nemmeno il Real Madrid ... Si aveva la sensazione che l'ariete (in tutti i sensi, visto il sovrappeso iniziale) fosse pi¨ "dolori" che "gioie".
La revisione del modulo, con il rombo ancelottiano e la doppia punta, e la forma sempre migliore del giocatore di Medea hanno invece fatto capire a tutti che l'Unione aveva acquistato un gran giocatore che, oltre ad essere tale, aveva ed ha la maglia rossoalabardata come seconda pelle.
Quest'anno il nostro si sta ripetendo ad altissimi livelli e, nonostante la pubalgia, sta tenendo a galla la squadra che con la cessione di Bega ha perso un importante leader. Il problema di quest'anno Ŕ che non esiste un bomber di razza e Godeas forse non lo Ŕ mai stato.
Restano memorabili le discese potenti e prepotenti che lasciano sempre qualche giocatore a terra, travolto per aver tentato di arginare la fisicitÓ del nostro. Se solo vedesse la porta un po' di pi¨ ...
Speriamo che non debba fermarsi per i guai fisici perchŔ Ŕ lui, l'uomo simbolo, a cui la squadra si affiderÓ da qui alla fine del campionato per centrare l'agognata salvezza.


Fonte: fotooktrieste.com

 

Home  indietro

 

 

Inviate i vostri suggerimenti, commenti e foto di gare della Triestina alle mail 
UNIONE02@VIRGILIO.IT o WEBMASTER@UNIONETRIESTINA.IT
Specificando il vostro nome e verrano pubblicate. Vi aspettiamo numerosi. GRAZIE!!!